La storia di Karhu si può dividere in tre periodi principali: il periodo dell’esecuzione artigianale, quello dell’innovazione e quello della tecnologia. Ognuno di questi periodi ha le proprie caratteristiche che rappresentano i prodotti per lo sport ed il tempo libero della propria epoca.

Negli anni 1916-1966 Karhu era nota con il nome di Oy Urheilutarpeita/Sportartiklar AB. In quegli anni Karhu era sinonimo di prodotti pratici realizzati a mano, materiali di qualità, colori terrosi, forme semplici e branding minimo. La gamma di prodotti era molto ampia e l’equipaggiamento ricopriva un ruolo importante nei cataloghi.

Disegno della scarpa da sci Karhu

Il processo di design veniva interamente realizzato all’interno di un unico edificio in cui lavoravano sia gli operai della fabbrica che i manager dell’azienda e i designer. Tutti partecipavano al processo di design dei prodotti in modo da comprendere meglio la costruzione del prodotto e poterlo vendere con più sicurezza

Karhu aveva una fabbrica al centro di Helsinki, nel quartiere di Punavuori, che produceva tra le altre cose scarpe e vele e un’altra fabbrica nella cittadina di Porvoo che si occupava principalmente di sci e giavellotti.

Fabbrica di Karhu

Dal momento che all’epoca l’importazione di strumenti sportivi non era così sviluppata come ora, Karhu creava prodotti per tutti i tipi di sport: dallo sci alla vela e dal ping pong alla boxe. Qualsiasi fosse lo sport in questione, Karhu era in grado di realizzare per esso un perfetto prodotto.

 Nel 1966 ci fu la richiesta per scarpe con colori più decisi e in risposta i designer Karhu crearono per il mercato gli “iconici colori Karhu”. Dagli anni ’60 agli anni ’80 Karhu fu sinonimo di pensiero innovativo.

In questo periodo il design di Karhu si spostò verso nuovi materiali – nylon, pelle, EVA, ecc. I designer di Karhu crearono il primo cuscinetto d’aria per le scarpe, usarono colori forti come il blu, il rosso, l’aranzione, il verde e il giallo, e lanciarono il famoso logo M come marchio per le scarpe da corsa.

Il primo cuscinetto d'aria per le scarpe, sviluppato da Karhu

 

Il design di Karhu nel periodo dell’innovazione fu portato avanti da designer di talento benché tuttora poco conosciuti. I fratelli Mäntylä disegnarono il logo M che decora le scarpe ed ebbero un ruolo importante anche nello sviluppo del sistema con cuscinetto d’aria per le scarpe negli anni ’70.

Più tardi negli anni ’70, la responsabilità nel design passò a Matti Salminen che se ne è occupato fino a pochi anni fa. Alcuni dei modelli più iconici dell’epoca d’oro del marchio Karhu sono stati creati proprio da Salminen. Le colorate scarpe tecniche da corsa e l’abbigliamento ricordano la nuova era dell’industria dello sport. La fine degli anni ’80 porta con sé i colori al neon. Le caratteristiche principali di questo periodo sono le innovazioni tecniche, la gamma molto vasta di scarpe da corsa – le scarpe per il tempo libero avevano un ruolo minore – e l’uso deciso dei nuovi colori.

La colorata collezione di abbigliamento e scarpe Karhu

 

Dal momento che il business degli strumenti sportivi diventava sempre più competitivo, per distinguersi dagli altri marchi Karhu si concentrò sulle innovazioni tecniche. Il design finlandese dalle forme semplici venne mantenuto e insieme all’Università di Jyväskylä (Finlandia) venne creato un sistema che garantiva una corsa più naturale ed efficace. Questo sistema venne chiamato “Fulcrum” ed il primo modello di scarpe che lo utilizzava fu chiamato “Fulcrum Star”. 

Le scarpe Fulcrum Star furono lanciate originariamente nel 1986, ma il modello è stato riportato di nuovo sul mercato nel 2011 in occasione del 25mo anniversario delle scarpe stesse.

Fonte: Karhu, Celebrating 95 Years of Iconic Finnish Design