Iittala Bicchiere Kartio 40 cl, 2 pz, trasparente
Iittala Bicchiere Kartio 40 cl, 2 pz, trasparente
Iittala Bicchiere Kartio 40 cl, 2 pz, trasparente
Iittala Bicchiere Kartio 40 cl, 2 pz, trasparente

Bicchiere Kartio 40 cl, 2 pz, trasparente

Iittala

17.93€ 23.90€

Iittala
Bicchiere Kartio 40 cl
17.93€ 23.90€


  • Spedizione veloce e compensata climaticamente
  • Recensioni eccellenti dai nostri clienti
  • Diritto di Recesso di 30 giorni

Concediti qualcosa di senza tempo! Goditi fino al 25% di sconto su quasi tutto. Leggi di più.


Descrizione

Costante semplicità. Per creare un bicchiere perfetto occorre prima di tutto considerare la mano che lo deve tenere e chiedersi quale tipo di bicchiere questa mano preferisca tenere. Vari tentativi di copiare Kaj Franck, applicando la sua razionale geometria a nuovi design, sono stati fatti. Tutti i tentativi sono inesorabilmente falliti perché non hanno preso in considerazione la vivacità di spirito e la saggezza necessarie per dare significato alle cose semplici. Ciò che è complicato raramente è saggio e comunque sia ci vuole coraggio e forza d'animo per essere semplice. Elegante e allo stesso tempo resistente all'uso quotidiano, la linea Kartio è formata da bicchieri, caraffe e ciotole sia trasparenti che colorati.
Materiale
Vetro
Colore
Trasparente
Altezza
125 mm
Capienza
40 cl
Note
Lavabile in lavastoviglie

Kaj Franck

Anche se il mondo sembra cambiare a grande velocità, una verità si mantiene tale di anno in anno e di decennio in decennio: semplice è bello. Lo capì a suo tempo il designer finlandese Kaj Franck che diede inizio ad una tradizione che è ancora oggi forte nel design finlandese.

Il designer della ceramica e del vetro Kaj Franck (1911–1989) durante la sua carriera realizzò dei veri pezzi d’arte e si guadagnò allo stesso tempo un posto d’onore sulle tavole dei finlandesi, e non solo. Le stesse semplici forme, gli stessi piatti e bicchieri nati dalle mani di Kaj Franck vengono ancora oggi considerati opere d’arte senza tempo.

Il punto di partenza dei suoi progetti era un’idea di base, non la forma. Anche come insegnante, e più tardi come direttore artistico, presso l’Istituto di Arti Applicate, Kaj Franck ritenne importante sottolineare l’importanza dell’idea. Inoltre fu uno dei primi a parlare a favore del riciclare. In effetti Kaj Franck è stato definito ”la coscienza del design finlandese”. Nel creare un oggetto egli eliminava tutto ciò che era superfluo.

”Desidero realizzare oggetti d’uso che siano così scontati da non essere notati”. Così descriveva il proprio lavoro Kaj Franck stesso. Nel suo lavoro si concentrava sempre sulle necessità delle persone e sugli utensili che servivano allo scopo, sulle caratteristiche indispensabili degli oggetti quotidiani. Franck era interessato alla produzione in serie economica, e non amava il materialismo, il concetto di usa e getta e la pomposità.

Il suo mondo era fatto di forme geometriche di base. Cerchi, piani, cilindri, cubi, piramidi e la loro combinazione. Le uniche decorazioni per queste semplici forme erano i colori forti.

Le sue idee nascevano dalle scoperte quotidiane, come ad esempio i vassoi di pietra visti da bambino. ”Già allora capii il fascino di quell’oggetto d’eccezione, ma solo 30 anni dopo lavorando nel campo degli oggetti d’uso ne compresi il significato. Dal momento che non ero un ceramista, non avevo bisogno della forma del vassoio di pietra come punto di partenza nel mio lavoro. Ma quell’oggetto unico, quel contenitore che soddisfaceva tutti i bisogni, divenne per me come un modello per la progettazione funzionale di oggetti”. 

Anche se il punto di partenza del lavoro di Kaj Franck – la praticità unita alla bellezza – può sembrare oggi una cosa scontata, all’epoca non lo era affatto e il designer andava perciò contro corrente. Kaj Franck eliminò gli stili e le mode e diede alla tradizione un nuovo significato. Il risultato furono degli oggetti che rispondevano ai bisogni basilari degli utenti. Egli diede anche commenti aspri e sostenne che la linea Kilta, la cui vendita iniziò negli anni 1952-53, era una protesta contro l’etichetta europea che imponeva servizi di piatti dai numerosi pezzi. Era qualcosa del tutto nuovo che ognuno potesse decidere con quali pezzi creare il proprio servizio di piatti, a seconda delle necessità – anche solo un pezzo per volta!

In occasione del centenario della nascita di Kaj Franck, Iittala ha ripreso la produzione degli originali bicchieri Kartio più sottili, dei vasi Kartio, dei barattoli Purnukka e delle sculture in vetro Morning in Athens.

Guarda tutti i prodotti

3 1

5
4
3
2
1

Sulla base di 1 recensioni

  • J

    3

    The tumblers themselves are well-made and feel substantial. The bases look smaller and more tapered in person versus how they appear in the photos, but the optical illusion of rings within the glass is interesting. Overall, the tumblers feel more dated and less timeless.

    318 giorni fa

Molto buono

Il Product Sustainability Framework, il nostro modello di design sostenibile, ti aiuta a trovare i prodotti più sostenibili della nostra selezione. Leggi di seguito i criteri di sostenibilità rispettati da questo prodotto.

  • Pari opportunità per tutto il personale
  • Impegno per il Patto mondiale delle Nazioni Unite, parità retributiva per tutto il personale
  • Definizione e comunicazione dei requisiti di responsabilità aziendale ai fornitori
  • Impegno sistematico per migliorare l’inclusione e il benessere sul luogo di lavoro
  • Catena di fornitura trasparente
  • Controllo del rispetto del codice di condotta da parte dei fornitori
  • Controllo del rispetto dei Principi guida dell'ONU su imprese e diritti umani nella catena di fornitura
  • Iniziative per il coinvolgimento della comunità nella catena di fornitura
  • Verifica e certificazione dei fornitori diretti
  • Gestione sostenibile dell’acqua nel processo di produzione
  • Nessun incenerimento o smaltimento degli articoli restituiti
  • Materiali prodotti senza sfruttare specie a rischio
  • Produzione senza emissioni dirette o rifiuti ambientali (gas serra esclusi)
  • Valutazione e monitoraggio della sostenibilità nel processo di produzione dei fornitori
  • Imballaggio ecologico basato sull’uso efficiente dei materiali
  • Impatto positivo sulla natura tramite iniziative di rigenerazione degli ecosistemi naturali
  • Produzione e ricerca dei materiali nel rispetto della biodiversità, dei diritti degli animali e degli ecosistemi naturali
  • Nessun uso di sostanze chimiche potenzialmente dannose nel processo di produzione aziendale
  • Individuazione delle emissioni dirette di gas serra dell’azienda e impegno alla riduzione
  • Individuazione dell’impatto di carbonio e impegno alla riduzione
  • Istruzioni per un uso del prodotto sostenibile e a basso consumo energetico
  • Contributo a iniziative per il clima oltre agli impegni diretti del marchio
  • Riduzione o compensazione delle emissioni di carbonio nei trasporti
  • Calcolo dell’impronta di carbonio del prodotto e definizione di obiettivi per la sua riduzione
  • Produzione e operazioni aziendali alimentate al 100% da energia rinnovabile
  • Neutralità o negatività carbonica dei prodotti
  • Selezione di materiali sostenibili e duraturi
  • Nessun uso di sostanze dannose o pericolose
  • Materie prime ricavate e lavorate in modog sostenibile
  • Materiali ecologici: naturali, biodegradabili, riciclabili o riciclati
  • Materiali adatti alla circolarità: monomateriali, finiture riciclabili, contenuti rinnovabili o riciclati, ecc.
  • Materiali eccezionali in termini di innovazione, responsabilità, sostenibilità e circolarità: produzione o fornitura a livello locale, contenuti riciclati al 100%, certificazione C2C, ecc.
  • Alto livello qualitativo ed estetico per favorire l’uso a lungo termine del prodotto
  • Design di prodotti e selezione di materiali durevoli e di alto livello tecnico
  • Design mirato a garantire qualità per tutta la vita
  • Soluzioni innovative di design circolare: sistema di servizi circolari, piattaforma di rivendita, rilavorazione, raccolta dei prodotti usati, ecc.
  • Design e supporto per la manutenzione, la riparazione e il perfezionamento del prodotto

Scopri di più sul Product Sustainability Framework, il nostro modello di sostenibilità dei prodotti.